9° Festival SPELLO SPLENDENS – 28 dicembre 2018 – 4/6 Gennaio 2019 : CONCERTI  

il Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg”

l’Associazione Musicale Micrologus

il Comune di Spello – Assessorato alla Cultura

presentano

 

Spello Splendens

Festival “VOCI E SUONI DEL NATALE” 

9° FESTIVAL DI MUSICA DEL NATALE, MEDIEVALE E TRADIZIONALE, E DI CORNAMUSE E ZAMPOGNE

28 dicembre 2018 – 4/6 Gennaio 2019

 

I CONCERTI DEL FESTIVAL

 

venerdì 28 DICEMBRE 2018

 

Ore 21,15 – Chiesa di Sant’Andrea

CONCERTO D’INAUGURAZIONE: musica medievale

CANTI DELL’ ANTICO MARE 

L’amore sacro e profano nei modi del Mediterraneo

PRIMA REGIONALE

 (foto Sante Castignani)

Micrologus (Italia)

ospiti

Coro CANTORIA MEVANIE – Dir. Elga Ciancaleoni

Patrizia Bovi: canto, arpa, tromba dritta

Goffredo Degli Esposti: zufolo e tamburo, flauto traverso, cornamusa, cennamella

Gabriele Russo: viola, ribeca, tromba dritta

Peppe Frana: oud (liuto arabo), guinterna 

Enea Sorini: canto, percussioni, salterio

Canti dell’antico mare è un concerto incentrato sui repertori medievali e tradizionali dei paesi mediterranei (“l’antico mare”). Si apre con le “Cantigas de Amigo”, una serie di canti d’amore in lingua gallego-portoghese, giunte a noi in numero elevatissimo ma prive di notazione. In quelle scritte da Martin Codax, un trovatore galiziano del XIII secolo, vi è una donna, sofferente per la lontananza del suo uomo (chiamato amigo amado), che tiene un dialogo con il mare, le onde, la madre, la sorella e le sue amiche, in una continua variazione di versi e melodie affascinanti per la loro essenza miniaturista.

Seguono alcuni poemi arabo-andalusi e sefarditi, cantati secondo gli stili della prassi della Spagna duecentesca. Si conclude con le Cantigas di Santa Maria, la raccolta più importante di canti religiosi, di ispirazione popolare, della penisola iberica del XIII secolo. Ne sono state selezionate alcune, su 427, che si riferiscono in particolare modo ai miracoli accaduti in mare.

 

venerdì 4 gennaio 2019

 

ore 21,15 – Chiesa di Sant’Andrea

CONCERTO: musica antica 

NOE NOE, NATO CANUT OMNIA 

Il Natale tra Medioevo Rinascimento

(foto Chiara Dionigi)

Anonima Frottolisti (Umbria)

Luca Piccioni: liuto, chitarrino medievale e voce 

Massimiliano Dragoni: organistrum, dulcimelo, percussioni, campane, zampogna

Simone Marcelli: organo portativo, claviciterium, voce 

Emiliano Finucci: viella e voce 

Alessio Nalli: cornamusa, bombarda, cennamella, flauti

Luigi Germini: tromba a tirarsi, trombone rinascimentale

Andrea Angeloni: tromba a tiro, trombone rinascimentale

 

Noe Noe racconta un viaggio attraverso la storia del Natale nella musica tra XIII e XVI secolo, dalla monodia del gregoriano alla polifonia del primo Rinascimento. Repertori diversi, dal punto di vista estetico, che segnano il passaggio dei secoli, del gusto , della ricerca compositiva. Il repertorio eseguito da Anonima Frottolisti, è frutto della ricerca minuziosa di manoscritti e prime opere a stampa del ‘500, una ricerca filologica e accurata che evidenzia la caratteristica stessa dell’ensemble. Anonima utilizza copie di strumenti originali e affida la propria interpretazione alle rigorose regole della prassi antica.

 

sabato 5 gennaio 2019

 

ore 16,00 – Teatro Comunale “Subasio”

CONCERTO: musica tradizionale irlandese

BE THOU MY VISION

Carols del Natale e Irish music

Katerina Ghannudi & Goffredo Degli Esposti (Rep.Ceca-Umbria)

Katerina Ghannudi: canto, arpa celtica

Goffredo Degli Esposti: flauto traverso, tin whistle, cornamusa

Musica tradizionale irlandese, struggenti arie lente (songs e airs), e danze trascinanti (reels, jigs, hornpipes) cantate e suonate sull’arpa celtica, il flauto traverso irlandese, il flautino di latta (tin whistle) e l’electronic bagpipe (con i suoni della cornamusa irlandese).

Il repertorio include alcune carols del natale,  oltre a canzoni d’amore e alcune composizioni colte, come quelle dell’arpista cieco Turlogh O’Carolan (1670-1738), il più grande musicista irlandese del passato.

Kateřina Ghannudi, nata a Praga, si è laureata in arpa e in antropologia culturale. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia in qualità di solista sia come cantante-arpista in diversi ensemble di musica antica: Quintana, In Cordis, La Folia Barockorchester, Cappella Mariana, Collegium 1704 e Czech Ensemble Baroque. Oltre alla musica antica si dedica ad una interessante ricerca sulle musiche tradizionali e repertorio per cosiddetta “hacken-harfe” boema. 

Goffredo Degli Esposti è un musicista del Micrologus specializzato nella ricerca e nella esecuzione della musica antica e tradizionale con gli strumenti a fiato. L’incontro con la musica tradizionale irlandese/celtica, casuale e divertente, ha preso sempre più una forma concreta dopo aver seguito uno stage di John McHughes (violinista di Glasgow) e dopo aver studiato alla “Willie Clancy Summer School” di Milltown Malbey, con Fintan Vallely (flauto) e Martin Nolan (uilleann pipes).

 

Ore 17,00-19,30 – per le strade di Spello 

“ZAMPOGNE & LENTICCHIE”

Passeggiata musicale-culinaria per il centro storico, con raduno libero dei musicisti, ospiti e degustazione dei piatti offerti dai ristoratori della città.

Partenza da Piazza della Repubblica alle ore 17,00.

 

ore 21,15 – Teatro Comunale “Subasio”

CONCERTO: musica tradizionale

“IL CANTO DEL MANTICE”

Un concerto intimo sui ritmi e canti del Sud Italia

PRIMA REGIONALE 

Giuliano Gabriele Trio (Lazio)

Giuliano Gabriele: voce, organetto e zampogna

Lucia Cremonesi: viola e lira calabrese

Eduardo Vessella: tamburi a cornice

Il ritmo e la passione del sud Italia. Tarantelle, serenate e antiche ballate, in uno spettacolo intimo ma intenso, che racconta lo splendore di una terra che affonda le sue radici nel cuore del mediterraneo assorbendo tutta la sua energia.

Giuliano Gabriele, artista  Italo-Francese, è attualmente uno dei più interessanti artisti che rielaborano la tradizione. Il suo secondo CD, “Madre – The hypnotic dance’s time” (del 2015) è stato recensito tra i migliori nelle classifiche di tutta Europa e America.

La musica tradizionale del sud Italia, ma anche World, Folk, Rock Progressive, Jazz…. Ecco la musica di Giuliano Gabriele, eccellente protagonista dell’odierna rinascita del folk italiano. Ma attenzione, non si tratta di revival, piuttosto di musica nuova e contemporanea che guarda coraggiosamente in avanti (Ernesto Assante “Music Corner- Repubblica.it”)

 

 

domenica 6 gennaio 2019

Ore 17,30 – Sala dell’Editto, Palazzo Comunale

CONCERTO: musica tradizionale con attore

LI SANTI DE NATALE

Storie, riti e musiche del periodo natalizio

Sonidumbra (Umbria)

Barbara Bucci: voce e percussioni

Marco Baccarelli: organetto, fisarmonica, cornamusa, zampogna a chiave

Gabriele Russo: violino, mandolino, voce, zampogna

con Mirko Revoyera

Li Santi de Natale è una rappresentazione musical-teatrale sui rituali e sulle tradizioni del periodo natalizio compreso tra S.Barbara, 4 dicembre e Sant’Antonio, 17 gennaio. Un attore e tre musicisti ripercorrono le festività del Natale in Valnerina tra foconi, natività, canti, santi, pasquarelle e vecchierelle, con lo stile dei cantastorie tradizionali. Una produzione originale di Sonidumbra e Mirko Revoyera.

Sonidumbra nasce nel 1997 come gruppo di ricerca e riproposizione con l’obiettivo di valorizzare, diffondere e restituire voce alla tradizione orale dell’Umbria.

Alla particolare attenzione nell’uso e nel colore della voce, che sono le caratteristiche più specifiche della tradizione musicale regionale, fa seguito una rispettosa riproposta delle prassi strumentali tradizionali inserendo accanto all’organetto e fisarmonica anche il mandolino e il violino.

 

TUTTI I CONCERTI SONO AD INGRESSO LIBERO

off

CONFERENZE AL CORSO INTERNAZIONALE DI MUSICA MEDIEVALE – SPELLO – 24-27 luglio 2018

CONFERENZE

Auditorium del Centro Studi Adolfo Broegg – Spello (Pg)

orario: 15,00-16,00

INGRESSO LIBERO

 

martedì 24 – IL CANTO E LA DANZA POPOLARE IN ITALIA

a cura di Placida Staro (etnomusicologa  e ricercatrice)

mercoledì 25 – TUTTI VANNO AD UNA DANZA PER AMOR DEL SALVATORE – Ballare le laude.

a cura del Prof. Francesco Zimei (musicologo)

giovedì 26 – LA CETRA CORNUTA – The horned lyre of the christian world.

presentazione del volume sulla cetra, frutto di 40 anni di ricerche (834 pagg.)

a cura di Crawford Young (musicista e ricercatore)

venerdì 27 – LE NOTE DOLENTI – Le patologie muscolo scheletriche e lo stress nella professione del musicista

a cura di Gabriele Miracle (musicista e Operatore Shiatsu diplomato alla Scuola Italo-Giapponese di Shiatsu “Namikoshi”)

 

 

off

CANTAR DANZANDO: 24-26 luglio 2018

CANTAR DANZANDO

Il ballo cantato nella tradizione italiana

Laboratorio di Canto e Danza Popolare

nell’ambito del Corso Internazionale di Musica Medivale, a Spello (Pg), dal 24 al 26 luglio 2018.

Docente: Placida Staro

E’ un Laboratorio per cantanti, di ogni livello, aperto a tutti, sia agli iscritti al Corso Internazionale che ai cantanti e danzatori che vogliono seguire solo questo Laboratorio.

Il Laboratorio sarà un approccio giocoso alle forme semplici della danza cantata presenti nel territorio dell’Italia Centro-Settentrionale.

Dalle ballate rimaste nei repertori infantili, alle formule rituali, alle strofette e gli strambotti delle forme di danze collettive.

Placida Staro, detta Dina, è etnomusicologa, etnocoreologa, violinista e cantante. Svolge ricerche sui patrimoni tradizionali e sulle fonti storiche, in particolare sulla relazione tra musica e movimento e sulle pratiche rituali.

page1image256  

 

Il 24, ore 15,00, ci sarà la conferenza su LA DANZA TRADIZIONALE IN ITALIA: LE FORME ARCAICHE E RITUALI

È prevista una dimostrazione pubblica la sera del 26 e il saggio finale del 28 luglio.

Orario: 18,00-20,00

Costo: 80€

Per iscrizioni: ale.matarangolo@gmail.com

Info: 3462286915

 

off

9° CORSO INTERNAZIONALE DI MUSICA MEDIEVALE – 23/28 LUGLIO 2018

9° Corso Internazionale di Musica Medievale

Spello,  23-28 luglio 2018

“Ad tripudium rotundum”

Canti e danze dal Medioevo all’inizio del Rinascimento

 

Il tema principale trattato sarà la musica per danzare, il canto associato alla danza e la musica strumentale per ballare. Ballate, rotundelli, bal redon, basse danze, balli, laudi, e le danze sacre storiche e popolari.

Per questo è invitata Placida Staro per tenere un Laboratorio su IL BALLO CANTATO NELLA TRADIZIONE ITALIANA (24-26 luglio).

Il Corso Internazionale è tenuto in collaborazione con la Fondation Royaumont di Parigi, che mette a disposizione tre borse di studio per cantanti che saranno selezionati entro la fine di febbraio 2018 e che vi parteciperanno.

Il Corso prevede un Saggio-Spettacolo finale, il 28 luglio, che si terrà a Palazzo Trinci, a Foligno, e che sarà replicato al Festival del Medioevo a Gubbio (fine settembre 2018).

CORSI PRINCIPALI

CANTO SOLISTICO MEDIEVALE: Arie per cantar versi, sonetti, capitoli, strambotti e barzellettePatrizia Bovi (assistente Enea Sorini)

LIUTO E PLETTRI MEDIEVALI (Europa e Medioriente) – Peppe Frana

STRUMENTI A FIATO (flauti, flauto e tamburo, cennamelle e cornamuse) – Goffredo Degli Esposti

GHIRONDA (storica e tradizionale) E SYMPHONIA – Giordano Ceccotti

PERCUSSIONI MEDIEVALI e DULCIMELO: Ritmo e parola – Enea Sorini

DANZE STORICHE – Veronique Daniels

ALTA CAPPELLA (bombarda, cennamella, cornamusa, trombone) – Ian Harrison

LABORATORI

IL BALLO CANTATO NELLA TRADIZIONE ITALIANA – Placida Staro (24-26 luglio) 

MUSICA D’INSIEME VOCALE E STRUMENTALE – Goffredo Degli Esposti

MUSICA D’INSIEME PER FIATI E PERCUSSIONI – Ian Harrison

MUSICA D’INSIEME PER PICCOLI GRUPPI – Peppe Frana e Gabriele Russo

 

CONFERENZE

martedì 24 – IL CANTO E LA DANZA POPOLARE IN ITALIA 

a cura di Placida Staro (etnomusicologa  e ricercatrice)

mercoledì 25 – TUTTI VANNO AD UNA DANZA PER AMOR DEL SALVATORE – Ballare le laude.

a cura del Prof. Francesco Zimei (musicologo)

giovedì 26 – LA CETRA CORNUTA – The horned lyre of the christian world.

presentazione del volume sulla cetra, frutto di 40 anni di ricerche (834 pagg.)

a cura di Crawford Young (musicista e ricercatore)

venerdì 27 – LE NOTE DOLENTI – Le patologie muscolo scheletriche e lo stress nella professione del musicista

a cura di Gabriele Miracle (musicista e Operatore Shiatsu diplomato alla Scuola Italo-Giapponese di Shiatsu “Namikoshi”)

 

ARTICOLAZIONE DEL CORSO

MATTINA: Lezioni Individuali, Canto Corale, Danze Storiche.

POMERIGGIO: Conferenze e Laboratori.

SERA: Concerti dei Docenti e Concerti liberi.

Per quanto riguarda il Canto Solistico, sarà repertori del Quattrocento italiano: arie per cantar versi, sonetti, capitoli, strambotti e barzellette, assistente Enea Sorini.

MATTINA  – ore 9,00-13,00 – CORSI PRINCIPALI

Le LEZIONI sono INDIVIDUALI, e riguardano sia tecnica che stile.
Oltre al Repertorio libero, vi è una parte importante di studio di autori e composizioni inedite o poco conosciute. A queste lezioni possono assistere, come uditori, gli altri allievi iscritti al CORSO.
Le LEZIONI sono di GRUPPO per le Danze Storiche.

 

Ore 13,30 – 14,45 PRANZO

 

POMERIGGIO – MATERIE D’INSIEME

Ore 15,00-16,00: CONFERENZE

Per TUTTI; ogni pomeriggio uno specialista affronterà un tema specifico.

 

Ore 16,30-18,30: LABORATORIO DI MUSICA D’INSIEME PER FIATI E PERCUSSIONI

Dalle ore 16,30 alle ore 18,00 ci sarà la partecipazione degli allievi della Classe di Danza.

E’ un LABORATORIO d’INSIEME, per un preciso gruppo di strumentisti: quelli di fiati e percussioni, all’epoca chiamati di ALTA CAPPELLA che, sotto la guida dei due rispettivi Docenti, eseguono i brani selezionati per questo tipo di particolare gruppo.

 

Ore 16,30-18,30: LABORATORIO DI MUSICA D’INSIEME VOCALE E STRUMENTALE

Dalle ore 16,30 alle ore 18,00 ci sarà la partecipazione degli allievi delle Classi di Canto.

Dalle ore 18,00 alle ore 18,00 ci sarà la partecipazione degli allievi della Classe di Danza.

E’ un LABORATORIO d’INSIEME, in cui tutti, cantanti e strumentisti, anche affiancati dai relativi Docenti, eseguono insieme i brani selezionati per questa attività. Si forma un grande gruppo, di tipo orchestrale, occasione unica di confronto fra tanti allievi.

 

 

Ore 16,30-18,30: LABORATORIO DI MUSICA D’INSIEME PER PICCOLI GRUPPI

E’ un LABORATORIO d’INSIEME, per piccoli gruppi di cantanti e strumentisti. Sono seguiti da un unico Docente, ed eseguono insieme i brani selezionati per questo tipo di particolare gruppo. Consigliato per PICCOLI GRUPPI già costituiti (coach).

 

Ore 18,00-20,00: LABORATORIO: IL BALLO CANTATO NELLA TRADIZIONE ITALIANA  (24-26 luglio) con Placida Staro 

E’ un LABORATORIO d’INSIEME per i CANTANTI e DANZATORI.

 

SERA – CONCERTI DEI DOCENTI E CONCERTI LIBERI

 

 

STRUTTURA DEL CORSO

MATTINA ore 9,00 – 13,00 Corsi principali

PRANZO ore 13,30-14,45

POMERIGGIO – ore 15,00 – 18,30 Conferenze e Laboratori

 

Solo per Lunedì 23: 

MATTINA ore 11,00 – 13,00 completamento iscrizioni e pagamento quote di frequenza
PRANZO ore 13,30-14,45
POMERIGGIO – ore 15,00 – 19,00 Corsi principali

 

28 luglio: SAGGIO FINALE degli allievi.

 

——————————————————————————————————–

COSTI:
Corso di canto/strumento: 350€
Corso di percussioni: 240€
Danza: 230€

(i costi sopra includono il PRANZO: 2 menu a scelta completi – vegetariano e no; non includono CENA e ALLOGGIO)

solo LABORATORIO di BALLO CANTATO NELLA TRADIZIONE ITALIANA   (24-26 luglio) 80€

2° CORSO FREQUENTATO:
2° Corso Principale frequentato: 190€
Danza come 2° Corso frequentato: 80€
Percussioni come 2° Corso frequentato: 130€

 

COSTI PER I GRUPPI (minimo 3 membri):

Corso di canto/strumento: 300

Corso di percussioni: 190€
Danza: 180€ (minimo 6 persone)

(i costi includono il PRANZO: 2 menu a scelta completi – vegetariano e no; non includono CENA e ALLOGGIO)

2° CORSO FREQUENTATO PER I GRUPPI:
2° Corso Principale: 180€
Danza come 2° Corso: 70€
Percussioni come 2° Corso: 120€

Convenzione con ALBERGHI

Alloggio a 25€ per notte nei giorni del Corso (possibile anche domenica 16 luglio), con inclusa colazione (abbondante), in camere da 3 o 4 letti, presso i seguenti alberghi (3 e 4 stelle):
La Bastiglia
La Corte del Conte
Residence San Jacopo
Palazzo Bocci

Ristoranti con sconto del 15%.
La Bastiglia
Drimking wine
Il Pinturicchio
Il Frantoio
Il Buchetto
Mamafò
Il Molino

Osterie/ristoranti consigliati con menù turistico:
Osteria Da Dadà
Caffè Cavour

TERMINE ISCRIZIONI: 31 MAGGIO
(dopo questa data l’iscrizione al corso sarà possibile su valutazione dell’insegnante)

TERMINE ISCRIZIONI per poter usufruire convenzione con ALBERGHI: 31 maggio

Per favore, si prega di versare un acconto di 100€  dal 16 al 31 maggio.
Dopo questa data sarà possibile iscriversi con un supplemento di 40€.

Per iscriversi copiare e compilare questo MODULO D’ISCRIZIONE:

Cognome:                                                   Nome:
Data e luogo di nascita:
Residente in:
Città:                                 CAP:
Cell.:
E-mail:
Richiesta di iscrizione al Corso di:
Strumenti musicali utilizzabili per il Corso (modello e tono di accordatura):
Pratica vocale o strumentale dall’anno: presso:
Conoscenza della voce/dello strumento (specificare possesso di diploma di Conservatorio,
frequenza corsi regolari scuola comunale, insegnamento privato, autodidatta):
Insegnanti avuti:
Altre conoscenze musicali:
Si concede l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo le norme del Dlgs 196/2003.
Data e Firma

Per favore, inviarlo via mail a: ale.matarangolo@gmail.com

 

 

 

 

 

off

LABORATORIO DI DANZE MEDIOEVALI : Gubbio   27 e 28 settembre 2018 

Il Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg”, Ensemble Micrologus, Fondation Royaumont, Festival del Medioevo 2018  e Polo Museale dell’Umbria – Palazzo Ducale di Gubbio

presentano:

 “AD TRIPUDIUM ROTUNDUM”

LABORATORIO DI DANZE MEDIOEVALI

con Maria Rita Colagiovanni

 

Gubbio (Pg) – Palazzo Ducale  

27 e 28 settembre 2018.

In occasione del Festival del Medioevo, l’Associazione Musicale Micrologus e il Centro Studi Europeo di Musica Medievale Adolfo Broegg di Spello (Pg), in collaborazione con il Polo Museale dell’Umbria – Palazzo Ducale di Gubbio, organizzano un LABORATORIO DI DANZE MEDIOEVALI sul tema della musica per danzare e il canto associato alla danza. Si impareranno alcune danze, le più semplici, tra ballate, rotundelli, bal redon, basse danze, balli, laudi.

Per questo è invitata Maria Rita Colagiovanni, assistente alle danze di Veronique Daniels, che ha curato le coreografie e le ricostruzioni.

Per la partecipazione non sono previsti limiti di età ne competenze specifiche.

Il Laboratorio, che si terrà presso il bellissimo Palazzo Ducale, prevede un breve SAGGIO finale prima del concerto del Micrologus, presso il chiostro della Chiesa di Sant’Agostino, il 28 settembre alle ore 21,30, per il Festival del Medioevo, con musica eseguita dal vivo.

Orario:16,30-18,30

Luogo: Palazzo Ducale

Costo partecipazione: 20 €  

Costo per gli studenti ed insegnanti di Gubbio: 10 €

INFO: 3488722314

 

Per iscriversi copiare e compilare questo MODULO D’ISCRIZIONE:

Cognome:                                                   Nome:

Data e luogo di nascita:

Residente in:

Città:                                 CAP:

Cell.:

E-mail:

Esperienza di danza avuta:

Altre conoscenze:

Si concede l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo le norme del Dlgs 196/2003.

Data e Firma

Per favore, inviarlo via mail a: gabrielerusso59@gmail.com

off