Pasqua a Spello – Sacra rappresentazione “Visitatio Sepulchri”.


Le “tre Marie” – Spello, 10.4.2010

Il Centro Studi Europeo di Musica Medievale Adolfo Broegg partecipa ai riti della Settimana Santa della Pasqua 2011 a Spello, oltre che unendosi con canti medievali e tradizionali alla Via Crucis del Venerdì Santo ed alla Processione del Cristo Risorto, mettendo in scena la sacra rappresentazione “Visitatio Sepulchri”, interpretata dagli allievi del seminario “Alleluja, Pascha nostrum”, iniziato a febbraio, guidati dal docente e musicista Ulrich Pfeifer, la partecipazione dei quali alla preparazione è stata sostenuta per la circostanza dal Comune di Spello. Le sacre rappresentazioni designano un genere di teatro nato in Europa nel Medieovo, che ha per oggetto la narrazione scenica di temi e aspetti della dottrina cristiana della salvezza. Se dal profilo dei contenuti si contrappongono al teatro profano, sul piano della storia del teatro non sussiste una distinzione netta tra i due ambiti. I due più antichi cicli di rappresentazioni sacre, legati alla celebrazione del Natale e della Pasqua, avevano per argomento momenti chiave della storia di Gesù (nascita, risurrezione), integrati con altre scene. Nel X secolo la liturgia cattolica di Pasqua in latino e le relative celebrazioni della Resurrezione vennero arricchite dalla recitazione cantata del dialogo fra l’Angelo e le tre Marie al Sepolcro (VISITATIO SEPULCHRI), che diede vita ai primi drammi pasquali e si sviluppa dalla domanda rivolta dall’Angelo alle tre Marie e agli Apostoli che, recatisi al sepolcro di Cristo l’avevano trovato vuoto. La domanda è “Quem quaeritis?”, cioè “Chi cercate?”. L’ufficio drammatico è, in una prima fase, strutturato come un breve dramma a quattro personaggi, l’Angelo e le tre Marie, che, appresa la grande notizia della resurrezione, la comunicano cantando al coro, che così viene ad assumere il ruolo dell’assemblea dei Discepoli. Dopo quella originaria la seconda fase prevede l’apparizione di nuovi personaggi: gli apostoli Pietro e Giovanni, che udito l’annuncio delle Marie, accorrono al sepolcro; la terza fase, infine, s’arricchisce dell’improvvisa comparsa del Cristo stesso che, dopo l’incontro fra le Marie e l’angelo, la corsa dei due apostoli al sepolcro, appare nell’orto alla Maddalena. Questi gli allievi ed interpreti: Valentina Antonelli (Maria di Magdala), Sabrina Bartoloni, Roberto Beltrame (un angelo), Loretta Cecera, Francesco Corrias, Andrea Eck, Lorita Felicetti, Maurizio Gilotti (San Pietro), Eleonora Mannocci, Rossana Neglia (Maria madre di Gesù), Maria Luisa Paris, Cristiana Peppoloni, Luigi Peppoloni, Roberta Porzi, Giulio Proietti (San Giovanni), Manolo Rivaroli (un angelo), Tiziana Sartori, Donatella Serano (Maria di Cleofa), Giancarlo Serano (Gesù), Elisabetta Tocci, Patricia Verdejo; farà parte del coro anche Gabriele Russo del Micrologus. Marina Sozi è la scenografa. La versione della VISITATIO SEPULCHRI è quella originale proveniente dalla Biblioteca Municipale di Orléans e precisamente dal manoscritto 201, dove sono contenute annotazioni che forniscono indicazioni a proposito dell’allestimento scenico, dei gesti e dei movimenti degli attori. La parte musicale non appartiene al repertorio gregoriano, ma è stata appositamente composta per quest’opera e contiene brani di rara bellezza melodica; l’esecuzione strumentale è dello stesso docente Ulrich Pfeifer alla symphonia, Gabriele Russo alla viella e Matteo Mora al chitarrino. La sacra rappresentazione “Visitatio Sepulchri” è in programma a Spello, Chiesa di Santa Maria Maggiore, il giorno di Pasqua, 24 aprile 2011, alle ore 18:30, al termine della processione del Cristo Risorto. Programma completo.


L’Angelo con le “tre Marie” – Spello, 10.4.2010


L’Angelo e le “tre Marie” con il docente, Ulrich Pfeifer – Spello, 10.4.2010