9-12 Febbraio 2013: CORSO DI MUSICA MEDIEVALE a MACCAGNO (Lago Maggiore)

Febbraio 9-10-11-12  2013

CORSO DI MUSICA MEDIEVALE  a MACCAGNO Lago Maggiore (Va)

Il Medioevo Panalpino

La musica nelle corti e nelle chiese dell’arco alpino tra il XII e XIV secolo

Docenti dell’Ensemble MICROLOGUS

Ulrich Pfeifer (canto medievale)
Goffredo Degli Esposti (flauti, cialamelli e cornamuse)
Gabriele Russo (viella e ribeca)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Corso si terrà  presso la Fondazione Emmaus a Maccagno  (Varese)

Mattina: Corso Vocale e Strumentale

Pomeriggio: Musica d’Insieme.

SERATA SPECIALE – sabato 9 febbraio, a Porto Valtravaglia, ore 21,00

Conferenza di Walter Chinaglia “ORGANI, MUSICA E MATEMATICA”

 a seguire, concerto con organo e il coro gregoriano CONCENTUS MONODICUS

Schola Gregoriana (Milano-Verbania), Direttore ed Organo: Riccardo Zoja

DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA DI STUDIO

Le Alpi, da sempre luogo di transito, d’incontro e di scambio, hanno  visto affrontarsi e confrontarsi  varie popolazioni per motivi i più diversi, economici, politici, linguistici e culturali. Ne sono prova le testimonianze dei numerosi artisti ultramontani attivi nelle corti del Nord d’Italia e, per un interessantissimo movimento contrario, quelle di artisti italiani presenti nelle corti d’Oltralpe.

Tutto questo ‘transito’ ha lasciato dietro di sé vistose tracce culturali, fra le quali va ricordata l’importante produzione di manoscritti di musica sacra nei monasteri svizzeri (San Gallo, Einsiedeln, Engelberg), austriaci (Innsbruck, Graz) ed italiani (Cividale, Ivrea).

L’Alto Adige è la terra natale dei due più famosi Minnesaenger (Poeti-musici dell’amor cortese) di lingua tedesca, Walther von der Vogelweide ed Oswald von Wolkenstein. Il primo diventa ‘combattente-musico’  dell’impero  tedesco;  il secondo, di famiglia nobile,  mentre commissiona a diversi manoscritti la propria notevole opera musicale, percorre  l’intera Europa del tempo a servizio dell’imperatore Sigismondo come suo ambasciatore diplomatico, senza trascurare di fornire interessanti descrizioni dei luoghi che visita e che mette persino in musica!

Nelle corti  del Nord Italia, dove è di moda parlare francese,  si invitano a soggiornare anche per lunghi periodi vari trovatori francesi, i quali, con le loro poesie e le loro composizioni, dilettano la vita di corte.

Da ultimo non va dimenticata l’ulteriore, fondamentale, occasione di scambio culturale rappresentata dai pellegrini che a migliaia attraversano le Alpi da Nord a Sud, da Est ad Ovest e viceversa, tutti diretti ai luoghi sacri e ai santuari più importanti e famosi, vicini, lontani e persino lontanissimi.

Il corso si occuperà da un lato di musiche  sacre e profane contenute nei manoscritti conservati nelle biblioteche alpine o che provengono dall’arco alpino, e dall’altro di musiche di compositori che sono nati nelle zone alpine oppure nelle corti alpine e in genere nel  Nord hanno operato.

IL CANTO

Il repertorio da affrontare nelle lezioni di canto verrà scelto in base alle capacità ed esperienze dei partecipanti;  verrà distribuito e studiato ‘in loco’. Per la parte profana, è previsto lo studio di brani monodici e polifonici come i Canti dei Trovatori, i Minnegesang,  le Ballate ed i Madrigali italiani del Codex Rossi 215; per la parte che riguarda la musica sacra, ci si occuperà di Canto Gregoriano o Ambrosiano, di ‘Organum e’ di ‘Lectio’ polifoniche.

LA MUSICA CON GLI STRUMENTI

Riguardo il versante nord-est delle Alpi, si studierà la monodia e la polifonia dei lavori di Walther von der Vogelweide e Oswald von Wolkenstein, con particolare attenzione alll’applicazione dei modi ritmici medievali nell’accompagniamento del canto.

Per la parte italiana si studieranno alcune Ballate monodiche e Madrigali polifonici del Codex Rossi 215, del primo Trecento, e anche qualche composizione dei trovatori  che, all’epoca, sono transitati nel nord Italia.

LISTA Brani:

Profani:

Codex Rossi 215:   Amor mi fa cantar – ballata,  Per troppo fede – ballata, Dal bel castel – madrigale

Segugi a corde – madrigale.

Trovadori:   Lanquan li jorn (Rudel), Kalenda maya (Raimbaud), Tut cilh’ chi sunt (anon.).

Wolkenstein:  Ain graserin, Her wiert uns dürstet also sere,  Mein Herz  ist versehrt

Vogelweide:   Palästinalied, Under der Linden

Carmina Burana: Bacche bene venies, Alte clamat epicurus

Brani profani solo per  gli strumenti:

Che ti çova nascondere – ballata (Cod. Rossi 215) La desiosa brama – madrigale (Cod. Rossi 215).

 

COSTO

Il costo del corso è  di €. 200  (sconto del 20% per nucleo familiare).
L’alloggio presso la Fondazione Emmaus di Maccagno è di €. 20 a notte per persona.

La struttura è formata da mini appartamenti  di recentissima ristrutturazione, ben arredati e tutti  con piccola cucina e bagno. Non vi sono  camere singole.
Chi fosse interessato ad avere la pensione completa può servirsi del Ristorante La Cupola situato nello stesso  edificio e convenzionato con la Fondazione Emmaus (pasto €. 10).
L’attivazione del corso è soggetta alla partecipazione di almeno  20 persone.

La sera del giorno 8 (venerdì) febbraio ci sarà l’incontro coi docenti e la presentazione del corso dove verranno date tutte le indicazioni per i giorni successivi. Ad inizio corso si verserà il saldo della quota di partecipazione.

Se interessati,  prego compilare il seguente modulo di iscrizione specificando il corso scelto e quali strumento/i intende portare.

 

MODULO D’ISCRIZIONE

Nome…………………………………………………………………

 

Cognome…………………………………………………………..

 

Data e luogo di nascita………………………………………..

 

Residente in……………………………………………………..

 

CAP………………….Città………………………………………

 

Tel……………………….. Cell………………………………….

 

e-mail………………………………………………………………

 

Richiesta di iscrizione al Corso di

 

Strumenti musicali utilizzabili per il Corso (modello e tono di accordatura)

 

Conoscenza della voce/dello strumento (specificare possesso di diploma di

conservatorio, frequenza corsi regolari scuola comunale, insegnamento privato,

autodidatta):

 

Pratica vocale o strumentale  dall’anno ……………………… presso

 

Insegnanti avuti …………………………………………………..

 

Altre conoscenze musicali…………………………………

………………………………………………………………………….

 

Si concede l’autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo le norme

del Dlgs 196/2003.

Data………………………………………….

Firma………………………………………….

Per cortesia, indicate anche con chi desiderereste condividere la camera. I mini appartamenti possono essere anche di tre, quattro letti (due per camera).

Inviare il modulo d’iscrizione a:

lorellaerbifori@yahoo.it

Sarà inviata una e-mail di conferma.

Termine iscrizioni: 10 gennaio 2013

Dopo questa data ci si potrà comunque iscrivere con una sovrattassa di € 40 e previa disponibilità di posti.

La somma da versare come anticipo per l’iscrizione  è di € 100, sul conto dell’

ASSOCIAZIONE MUSICALE MICROLOGUS
VICOLO BOVI 3 06081 ASSISI PG
Iban:  IT30J0605538280000000000630

 

PER INFORMAZIONI:

Lorella, tel. (0039) 329 4652663
Oppure inviate una mail al seguente indirizzo:
lorellaerbifori@yahoo.it





Il Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg” organizza corsi di formazione, seminari, master, convegni sulla musica medievale, rinascimentale con lo scopo di creare collegamento nel campo delle attività didattiche, di ricerca, di interpretazione tra il territorio umbro e le università italiane, straniere, i centri di studi di musica antica internazionali.

via Fonte del Mastro II
06038 Spello, Perugia, Italia

+39 348 87 22 313
Click per email