Resoconto inviatoci da Mike Peterson

“MUSICA E ARTE IN UMBRIA 2014”

Corso di liuto rinascimentale a Spello con Crawford Young.

Lo scorso maggio 2014, ho trascorso una settimana piacevole e altamente educativa a “Musica e Arte in Umbria 2014” partecipando al Corso di liuto rinascimentale di Spello. Si tratta di una settimana di corso di musica medievale e rinascimentale per liuto, tenuto da Crawford Young (insegnante della Schola Cantorum di Basilea), e comprende un’intera giornata di visita guidata all’Iconografia di opere d’arte medievali e rinascimentali che contengono strumenti musicali, tra cui i liuti, nei musei di Perugia e Foligno, così come nella maestosa Basilica di San Francesco ad Assisi. Il corso si svolge nella splendida città medievale di Spello, vicino Assisi, presso il Centro Studi Europeo Musica Medievale “Adolfo Broegg”. Siamo arrivati ​​un giorno prima e siamo stati portati alla famosa Festa del Calendimaggio di Assisi, che celebra il patrimonio medievale locale in una gara di tre giorni di teatro, musica e spettacolo.

[cml_media_alt id='4027']10915277_10205799252318965_7511352472022531465_n[/cml_media_alt]Non conoscevo il Centro Studi Europeo Musica Medievale “Adolfo Broegg”. Questo è un centro musicale, con sala da concerto, posto nel centro di Spello. Il Centro si trova all’interno di una chiesa medievale recentemente restaurata, donata dalla città di Spello. Funziona come centro musicale per l’Ensemble Micrologus, e offre spazio per concerti, un’aula per lezioni, e un museo di strumenti musicali. Le lezioni, per la settimana, costavano $ 800, quota che comprendeva lezioni due volte al giorno, una in gruppo e una singola, con Crawford Young, la visita guidata di Iconografia e il trasporto, e l’ammissione alla gara del Calendimaggio di Assisi. C’era tutto il tempo per provare i ristoranti della città medievale, fare acquisti, e il tour di Assisi. Un comodo alloggio era proprio sulla collina, al centro della città antica, in uno dei numerosi alberghi a prezzi ragionevoli e di charme con comfort moderni.

[cml_media_alt id='4028']10409009_10205799268239363_4734517322162249988_n[/cml_media_alt]

La Festa del Calendimaggio di Assisi è qualcosa che non può essere spiegato, ma semplicemente vissuto, ma ci proverò. Immaginate una competizione tra la “città alta” di Assisi e la “città bassa” nella musica, danza e il teatro, fatta all’aperto per il pubblico locale ed internazionale che vi partecipa, e che si fa ogni anno, fin dal Medioevo. Questa Festa si celebra dopo un anno di preparazione e di forti rivalità, e coinvolge quasi ogni abitante della città, con scene, strumenti musicali, attori in costumi medievali, e anche gli animali. Tutto questo avviene in una delle principali piazze della città: abbiamo avuto comodi sedili sulla gradinata “blu” (la “parte di sopra” della città) in modo che potessimo gustare allegramente lo spettacolo della “parte di sopra”. C’erano tutti i tipi di scena e di attori in costumi storici del Medioevo, e la gara include anche cavalli, maiali, polli e un gregge di pecore non collaboranti. E ‘stato veramente divertente ed è durato dal pomeriggio alla sera.

Ci sono diversi modi convenienti per arrivare a Spello, tra cui volare fino al locale aeroporto di Perugia, che dista circa 20 minuti d’auto, o volare fino a Roma e prendere poi un treno. Noi abbiamo volato su Milano e affittato una macchina per vedere la campagna e non abbiamo avuto problemi, al di fuori di un lungo viaggio in auto. Il nostro hotel è fornito anche di un parcheggio gratuito, negli ambiti angusti delle antiche strade medievali – assicuratevi di noleggiare una macchina piccola!

Abbiamo avuto il tempo per fare altre escursioni, ad Assisi e Ancona (per prendere i bagagli mancanti…) e non abbiamo avuto problemi con la guida, provare a parlare il nostro italiano, e soprattutto godersi l’atmosfera della campagna italiana. Le colazioni dalla veranda del nostro hotel erano una delizia e c’era un nuovo ristorante da provare ogni sera, oltre l’ottimo gelato italiano. Questo viaggio potrebbe diventare un pellegrinaggio annuale, è stato così gratificante! Se stavate pensando a un workshop di liuto e volete qualcosa di diverso da provare, vi consiglio vivamente questo viaggio. ”

Mike Peterson