Seminari

Seminario Intensivo con Giovannangelo De Gennaro: La Messe De Notre Dame di Guillaume de Machaut

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

21 -22-23 Novembre 2015

La sera del 23 Novembre sarà prevista un’esecuzione in pubblico della Messa.

Quota di partecipazione: 50 €

Informazioni ed iscrizione: info@centrostudiadolfobroegg.it

Il seminario è aperto a tutti, non è richiesta nessuna particolare padronanza dello strumento vocale ma è tuttavia consigliabile una formazione musicale di base.

Il seminario permetterà la lettura della notazione quadrata mensurale francese. Si affronterà un percorso di ricostruzione della messa direttamente dalla scrittura originale. La dimensione della partitura, il posizionamento del leggio corale, le condizioni spaziali e acustiche sono alcuni elementi fondamentali che aiuteranno a ri-costruire il contesto rituale e sonoro, altrimenti difficilmente determinabile con l’utilizzo di trascrizioni moderne diffuse in piccoli formati.

L’esecuzione della Messe de Notre Dame dal leggio corale fa sì che i tempi di esecuzione siano più lenti, creando un dialogo più attivo tra i cantori e maggiore relazione nella polifonia. La notazione originale permetterà di avvicinarsi alla ricerca del suono vocale: in essa si racchiude l’intensità dell’emissione vocale, la relazione degli intervalli e l’ornamentazione.

Guillaume De Machaut nacque intorno al 1300 in un villaggio della Champagne, nel nord della Francia. Attorno al 1323 Machault appare impegnato come «secrétaire et familier» presso Giovanni di Boemia del Casato di Lussemburgo, principe «hardi et chevaleresque» (audace e cavalleresco) che con la sua natura instabile, determinò e plasmò la creatività del compositore.

Nel 1340 Machault si stabilì definitivamente a Reims, con l’incarico di canonico. Questa nuova posizione gli permise di ottenere una certa stabilità e di completare le sue opere che ci sono pervenute integralmente e sorprendentemente nella forma originale. Con la Messa di Notre Dame, per la prima volta nella storia della musica religiosa, i cinque brani dell’ordinarium missae, trattati polifonicamente, sono designati con il termine “messa” e raggruppati in un unico corpus composto dallo stesso autore. Già Machault intravide gli stretti rapporti che intercorrono tra testo e musica. Una particolare ricerca espressiva sottolinea i passaggi importanti come l’omofonia presente nell’ Et in terra pax, nel Juesu Christe e nel Ex Maria Virgine. D’altra parte, la messa traduce la volontà di organizzare i diversi brani, variandoli e accordandoli tra loro.

 

Giovannangelo de Gennaro inizia gli studi di flauto traverso all’età di 8 anni. La sua ricerca affonda nella pratica della musica medievale italiana e della Spagna. Ha studiato musica medievale frequentando corsi stabili alla Fondazione Royaumont di Parigi e successivamente al CIRMA di Moissac con il maestro Marcel Peres. Nel suo percorso musicale ha incontrato grandi maestri provenienti da ogni parte del mondo della world music: Ustad Nustrat Fateh Ali Khan (Pakhistan), Jamal Oassini (Marocco), Michel Godard (Francia), Kudzi Erguner (Turchia), Bob Mecferrin (USA), Confraternita sufi di Sfax (Tunisia), Begonia Olavide (Spagna), Arash Yari ( Iran) e Ramiro Amusategui(Argentina-Spagna). Frequenta come cantore, stage e seminari residenziali presso la Fondation Royaumount e il CIRMA di Moissac diretti dal maestro Marcel Perés studiando monodia e polifonia sacra dal XI al XIV secolo. Successivamente diventa cantore solista dell’Ensemble Organum diretto da Marcel Perés. Collabora in diverse formazioni musicali, Micrologus, Mudejar, Compagnia Hora Decima, Avinar e Terra d’Otranto con i quali partecipa a numerosi festivals nazionali ed internazionali e registrazioni radiofoniche. Incide per le case discografiche: Naive, Zig-Zag Territoires, Alpha, Enja, Opus 111, San Paolo, Tactus, III Millennio e Digressione Contemplativa.

0

Masterclass con Guillermo Pérez – 7-9 Novembre 2014

 

7-9 Novembre 2014

Il tema di questa sessione di studio sarà l’evoluzione del mottetto medievale dal ‘200 al ‘400. Sarà inoltre possibile sottoporre al docente qualsiasi brano medievale di interesse personale nelle sessioni individuali, che saranno alternate allo studio collettivo teorico e pratico del suddetto repertorio. Una porzione del seminario si concentrerà sugli aspetti tecnici legati all’Organetto Portativo.

Venerdì 7 Novembre

17.oo-19.00

Sabato 8 Novembre

10.00-13.00

15.00-18.00

Domenica 9 Novembre

10.00-13.00

15.00-18.00

 

Le date per il secondo incontro verranno annunciate durante il seminario

 

Costo iscrizione:  180€, 120€ (uditori)

Informazioni e iscrizione: info@centrostudiadolfobroegg.it

 

(En)

The main subject of this particular session will be the evolution of medieval Motets from XI to XV century. It will be also possible to work on every medieval repertoire of personal interest during the individual sessions. Apart from those and the collective lessons about Motets, a portion of the seminar will be dedicated to the technical aspects regarding the Portative Organ.

Schedule:

Friday 7 November

17.oo-19.00

Saturday 8 November

10.00-13.00

15.00-18.00

Sunday 9 November

10.00-13.00

15.00-18.00

Guillermo Pérez

Born in Barcelona (Spain), musical director and researcher, Guillermo Pérez is an internationally recognized organetto player developing an unusual career in the field of early music. His interest in the instrumental repertoires from the 14th and 15th centuries led to the foundation and artistic direction of Tasto Solo.

During the past teen years he has been working regularly with prestigious specialized ensembles including Mala Punica, Micrologus, The Unicorn Ensemble and Diabolus in Musica, recording awarded CDs for Naïve, Ricercar, Zig-Zag Territoires, Passacaille, Aeon, RaumKlang, Ligia and Pneuma labels as well as for radio broadcasting and television. He has performed in most part of European festivals and concerts venues.

Living in France since 2002 he’s currently teaching medieval music and organetto performance in Toulouse-Le Miral University and the Centre Itinérant de Recherche sur les Musiques Anciennes in Moissac. As a fellow of the Güell Foundation he follows the programme “Ars Nova in Europe” researching and preparing new articles about the Robertsbridge, Buxheimer and Lochamer manuscripts. He also lectures and offers workshops at main institutions including the Schola Cantorum Basiliensis, Vienna, Moscow and Orsay Conservatoires, Academia de Órgano Julián de la Orden, Essen Folkwang Universität der Künste, Centro Studi Europeo di Musica Medievale Adolfo Broegg…

At present, Guillermo Pérez is developing new soloist projects, working on late medieval keyboard schools and expanding the organetto repertoires until the early Renaissance period

Student fee:  180€, 120€ (listeners)

Informations and application: info@centrostudiadolfobroegg.it

 

0

MUSICA E ARTE IN UMBRIA 2014 Renaissance Lute Course in Spello with Crawford Young 11-16 May

spello

Lute music and iconography in paintings of the Italian Renaissance is the focus of an intimate one-week course in the beautiful hilltop town of Spello, near Assisi, at the Centro Studi Europeo musica medievale Adolfo Broegg. Daily private lute lessons (all levels welcome), guided trips to study music iconography in Assisi, Perugia and Monte Oliveto (Siena), and a recital by Crawford Young, are offered within the setting of a virtual paradise of medieval and Renaissance art, Italian cuisine and Umbrian landscape. Ensembles are also welcome for coaching of 16th – 15th – 14th c. repertoire.

PLUS, as an option for those who wish to arrive two-to-three three days early: experience the magic of the world- renowned Kalendimaggio festival of Assisi celebrating the local medieval heritage in an unforgettable three-day competition of historical music drama and pageant.

Where and when: 11 – 16 May 2014 Centro Studi Europeo di musica medievale Adolfo Broegg
Spello, Italy (map)

Tuition: € 600. ($800.) includes daily private lessons, master classes, three guided iconography field trips, concert admission

Accomodation: choose between lower or higher budget options, with or without meals, with or without Kalendimaggio add-on; non-musician partners are welcome.

Travel: organized by participant.

Schedule:

Sun 11: Lute course

Mon 12: Lute course

Tues 13: Iconography trip

Wed 14: Morning Break, Lute Course in the afternoon

Thurs 15: Lute Course

Fri 16: Lute Course

Sat: departures

 

Faculty: Crawford Young

 

How to apply: please send an email to info@centrostudiadolfobroegg.it for further information and an application form.

What a wonderful week – I cannot thank
you enough for hosting this!! (student, Musica e Arte in Umbria 2013)

0

Masterclass with Guillermo Pérez – Italian 14th century monody – 2a pars Feb-Apr 2014

 

 (English Below)

Il Centro Studi “Adolfo Broegg” ospiterà nel 2014 due nuove sessioni di studio dedicate alla monodia italiana del XIV Secolo (incluse le famose istampitte dal codice London 29987, il codice Rossi e i compositori del trecento fiorentino) riguardanti la performance, il contesto del repertorio, l’analisi e la messa in relazione con la polifonia dell’Ars Nova
I seminari sono aperti a musicisti e cantanti principianti e avanzati e agli uditori. Un posto speciale sarà occupato dallo studio degli strumenti a tastiera medievali, dal punto di vista della tecnica e dell’interpretazione.

 

PRIMA SESSIONE: 21-23 Febbraio 2014

SECONDA SESSIONE: 4-6 Aprile 2014

 

Costo iscrizione: 180 euro (una sessione), 330 euro (due sessioni), 150 euro (uditori)

 

Informazioni ed iscrizione: info@centrostudiadolfobroegg.it

 

(EN)

 

The Centro Studi Adolfo Broegg will host in 2014 two new sessions dedicated to the Italian 14th century monodic pieces (including the well-known istampitte from London 29987, Rossi Codex and Florentine trecento composers) researching in practical-performance, repertoire context, analysis and relations with Italian Ars Nova polyphony.

These seminars are open to beginners and advanced players/singers in addition to everyone with interest as a listener to deepen the knowledge in Italian 14th century music. The sessions will give a special place to medieval keyboard instruments, including technique and performance aspects.

 

BLOCK I: 21-23 February 2014

BLOCK II: 4-6 April 2014

Tuition Fees: 180 eur (1 Block), 330 euro (2 Blocks), 150 eur (listeners)

 

Info and application: info@centrostudiadolfobroegg.it

 

GUILLERMO PÉREZ

 

Born in Barcelona (Spain), Guillermo Pérez is an internationally recognized organetto player. Director and researcher, his interest in the instrumental repertoires of the 14th and 15th centuries led to the foundation and artistic direction of the ensemble Tasto Solo devoted to keyboard music before 1500. Since last teen years he has also been working regularly with prestigious specialized groups including Mala Punica (Italy), Micrologus (Italy), The Unicorn Ensemble (Austria) and Diabolus in Musica (France). He has been performing in most port of top Early Music European festivals and recording awarded CDs for Naïve, Ricercar, Zig-Zag Territoires, Passacaille, Aeon, RaumKlang, Ligia and Pneuma labels as well as for radio broadcasting and television.

 

Living in the south of France, he’s currently teaching medieval music in Toulouse University and organetto and medieval music performance at the Centro Studi Europeo di Musica Medievale Adolfo Broegg. As a fellow of the Güell Foundation he follows the programme “Ars Nova in Europe” researching and preparing new articles about the Robertsbridge, Buxheimer and Lochamer manuscripts. He also lectures and offers workshops at main institutions including the Schola Cantorum Basiliensis, Vienna, Moscow and Orsay Conservatoires, Academia de Órgano Julián de la Orden, Essen Folkwang Universität der Künste, Centre Itinérant de Recherche sur les Musiques Anciennes in Moissac…

 

At present, Guillermo Pérez is developing new soloist projects, working on late medieval keyboard schools with Tasto Solo, doing organological reconstruction projects with the Italian maker Walter Chinaglia, and expanding the organetto repertoires-research until the early Renaissance.

0

MUSICA SON – Masterclass in tre incontri con Patrizia Bovi – Primo incontro 31 Gennaio / 2 Febbraio 2014

 

Musica son

Il madrigale e la caccia tra ‘300 e primo  ‘400 in Italia

Patrizia Bovi

 

 

Il seminario sarà articolato su tre incontri di 3 giorni ciascuno ed esplorerà le caratteristiche compositive e l’evoluzione delle forme del madrigale  e della caccia attraverso lo studio degli autori piu importanti del ‘300 e del primo ‘400. Jacopo da Bologna, Gherardello da Florentia, Giovanni da Cascia, Vincenzo da Rimini,Jhoannes Ciconia, Lorenzo da Firenze Zachara da Teramo.

Partendo dai madrigali anonimi del codice Rossi 213 fino a quelli di Jhoannes Ciconia, si esplorerà un repertorio che attraverso la sua evoluzione compositiva e poetica cambierà completamente stile e forma solo due secoli piu tardi, analogie e differenze di una delle forme poetiche e musicali piu dibattute sia dagli studiosi  che dagli stessi interpreti. Particolare attenzione si riserverà alla tecnica vocale per l’esecuzione delle ornamentazioni.

 

Il madrigale si tratta di una forma lirica d’origine popolare, che conservò il suo carattere rustico anche quando se ne impadronirono, nella prima metà del sec. XIV, i poeti d’arte.

Una forma di poesia per musica in senso stretto, giacché i testi di tutti i madrigali e delle cacce a noi pervenuti, in larga parte anonimi, sono tràditi esclusivamente da codici musicali: la sola eccezione sembrerebbe costituita da quattro madrigali di Petrarca, inclusi nei Rerum vulgarium fragmenta.

 

Nella letteratura musicale del 1300, il madrigale ebbe come compagni la caccia e la ballata: la prima delle quali  si conservò per l’impiego del canone e la tendenza descrittiva; mentre la seconda non può andare confusa col madrigale, a causa del diverso schema metrico.

Le fonti musicali dei madrigali e delle cacce trecentesche sono riccamente rappresentate nel codice miniato Squarcialupi, conservato nella Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, e da altri manoscritti custoditi ancora a Firenze, Roma, Padova, Parigi e Londra, dei quali i più antichi databili risalgono al 1340.

Antonio  Da  Tempo ne dettava già nel 1332 le regole in un trattatello in latino sulle forme poetiche e poetico-musicali in volgare (Summa arthis rithimici vulgaris dictaminis).Questo ci conferma l’uso di questa forma poetico musicale, precedente alle più antiche fonti che la riportano.

Gidino da Sommacampagna nel trattato delle “Rime volgari” basato sul piu antico trattato di Da Tempo trovava encomiabili i madrigali “per plures”, ossia a più voci, di Iacopo da Bologna.

E ci ricorda, inoltre,  che ciascun madrigale “dee esser cantato per tri cantori, o almeno per due cantori”.

 

 

Ai nomi di Giovanni da Cascia, o da Firenze e di Iacopo da Bologna, posti dal Villani fra i primi maestri dell’Ars nova italiana, segue, lungo il ’300, una serie di altri madrigalisti, dei quali buona parte appartiene alla Toscana, mentre nomi di altri provengono da città dell’Italia settentrionale e centrale. Il maggiore e più ricordato fra i madrigalisti fiorentini fu il cieco Francesco Landini, morto nel 1397,e alla Toscana appartennero pure: Ser Gherardello da Florentia, Lorenzo Masini,Donato da Cascia, Franco Sacchetti, del quale peraltro non ci sono pervenuti che i testi poetici.Sulla fine del 300, appaiono ancora Abate Paolo da Firenze e frate Andrea de Servi organista, per non citarne che alcuni. Altri, invece, ebbero i natali fuori della  Toscana: Frate Bartolino e Grazioso da Padova, Ottolino da Brescia, Vincenzo da Rimini, Ser Niccolò prevosto di Perugia, Bonavito Corsini, Magister Zacarias da Teramo.

 

 

Costi:

 

Singolo incontro: 180 euro (obbligatorio il versamento di un acconto di 50 euro)

Iscrizione ai tre incontri: 450 euro (obbligatorio il versamento di un acconto di 200 euro, saldo entro il secondo incontro)

 

Arrivo venerdi mattina inizio corso ore 15-18

Sabato  10-13    15-18

Domenica 10 -13 pomeriggio partenza

 

Aperto a cantanti e musicisti – inviare curriculum

 

La Dott. Nora Tigges, filologa, introdurrà i testi poetici durante gli incontri.

 

13/14/15 dicembre 2013

 

31 gennaio, 1/2 febbraio 2014

 

marzo 7/8/9 2014

 

Scadenza iscrizioni 9 Dicembre

 

Informazioni e iscrizioni: info@centrostudiadolfobroegg.it

 

0




Il Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg” organizza corsi di formazione, seminari, master, convegni sulla musica medievale, rinascimentale con lo scopo di creare collegamento nel campo delle attività didattiche, di ricerca, di interpretazione tra il territorio umbro e le università italiane, straniere, i centri di studi di musica antica internazionali.

via Fonte del Mastro II
06038 Spello, Perugia, Italia

+39 348 87 22 313
Click per email