Simone Sorini

Simone Sorini, laureato in musicologia, svolge la sua attività di filologo e ricercatore – rivolta per molti anni in modo particolare ai repertori musicali riferibili al ducato dei Montefeltro e dei Della Rovere di Urbino, a seguito della quale ha progettato e realizzato con Bella Gerit, di cui è fondatore e coordinatore musicale, tre opere discografiche – ora coronata dal completamento della monografia su un importante autore fiammingo del tardo rinascimento di cui si erano perse le tracce; il volume, dal titolo “L’Opera Sacra di Leonard Meldert” contiene, oltre a parte delle sue trascrizioni in notazione moderna delle opere Sacre italiane del Maestro ritrovate, anche notizie biografiche, nuove ipotesi interpretative relative ai repertori dell’epoca, e studi sulle relazioni con altri musicisti dell’epoca.

[cml_media_alt id='4252']Simone Sorini[/cml_media_alt]

Simone Sorini

Grazie a questo studio è entrato anche a far parte dei “contributor” del New Grove, la più grande enciclopedia della musica e dei musicisti, oggi disponibile anche in rete.

Avendo studiato canto con diversi maestri in Italia e in Europa, possiede oggi una tecnica vocale unica che gli permette di ottenere un suono acuto tenorile pieno, brillante e naturale.

Il suo stile vocale non accademico ed  immediatamente  riconoscibile, che lo ha reso un punto di riferimento per gli interpreti di musica antica, è  molto  apprezzato  in Europa, dove si è esibito nei più importanti teatri e festivals tra i quali Temporada Gulbenkian di  Lisbona,  Early  Music Festival  di Boston, Saison Musicale à Royaumont, Early Music Weekend di Londra, Stockholm Early Music Festival, Festival Van Vlaanderen di Anversa, Festival Baroque di Pontoise, Copenhagen Renaissance Music Festival.

Polistrumentista, ha nel corso degli anni affinato una conoscenza approfondita degli strumenti medievali e rinascimentali a plettro, di cui ne possiede alcune decine – tutti ricostruiti in base alle antiche iconografie – anche grazie allo studio con il compianto M° Adolfo Broegg.

Versatile interprete dei repertori liutistici dal medioevo al primo rinascimento, si esibisce da solista utilizzando i suoi strumenti per accompagnarsi nel canto, riportando così in luce l’antica professione del Cantore al liuto, definizione storica attribuita spesso anche a Francesco Petrarca, ma propria di musici e compositori italiani a partire dalla fine del ‘400.

E’ direttore del gruppo corale Narnia Cantores, un ensemble vocale a voci miste dedito all’esecuzione di repertori medievali – ed in particolare alla riscoperta e diffusione di quelli di ambito locale – che si avvale anche di strumenti a corde, tamburi e percussioni ricostruiti in base alle antiche iconografie.

Tiene corsi di formazione al canto e stages, ed ogniqualvolta possibile conferisce alle sue esibizioni anche un’impronta didattico – culturale.

La sua enciclopedica conoscenza di stili e generi dalla musica medievale a quella moderna, insieme alla sua innata vocazione musicale, lo portano all’elaborazione di originali e particolari progetti di contaminazione tra mondo antico e contemporaneo, dove strumenti antichi dalle sonorità inusitate ed evocative dialogano con strumenti elettrici e digitali.

Frutto di tale ricerca la sua ultima creazione, OPUS, concerto/spettacolo di produzione italo-francese ispirato all’alchimia, andato in scena a Pigna (Corsica) nell’estate 2013, di cui nuove rappresentazioni sono andate in scena al Lunatica Festival di Massa Carrara ed al Grey Cat Festival di Grosseto nell’estate 2014.

Sempre in tale ambito ha anche ideato e realizzato con Bella Gerit lo spettacolo multimediale “De Divina Proportione” andato in scena al Ravenna Festival 2011, occupandosi anche della parte di ricerca musicologica e storica.

Ha cantato e suonato in oltre 30 registrazioni edite da Sony, Stradivarius, Alpha, K617, che hanno ricevuto in Francia prestigiosi riconoscimenti come “Diapason d’or” e “Choc de la musique”.

Ha partecipato al tour mondiale di Myth, l’opera di Sidi Larbi Cherkaoui, e si è esibito, oltre che in Europa, in Mexico, Canada, Russia, Bulgaria, Syria, Stati Uniti.

Specialista in repertori medievali e rinascimentali, è stato anche interprete di ruoli principali in opere di Vivaldi, Monteverdi, Albinoni, Mozart. Ha cantato e registrato per Radio France Musique, Radio Osterreich1, RAI Radiotelevisione Italiana, SBS Radio Sidney.