Nona Edizione – 2018

BE THOU MY VISION – Carols del Natale e Irish music – 5 gennaio 2019

sabato 5 gennaio 2019

ore 16,00 – Teatro Comunale “Subasio”

CONCERTO: musica tradizionale irlandese

BE THOU MY VISION

Carols del Natale e Irish music

Katerina Ghannudi & Goffredo Degli Esposti (Rep.Ceca-Umbria)

Katerina Ghannudi: canto, arpa celtica

Goffredo Degli Esposti: flauto traverso, tin whistle, cornamusa

Musica tradizionale irlandese, struggenti arie lente (songs e airs), e danze trascinanti (reels, jigs, hornpipes) cantate e suonate sull’arpa celtica, il flauto traverso irlandese, il flautino di latta (tin whistle) e l’electronic bagpipe (con i suoni della cornamusa irlandese).

Il repertorio include alcune carols del natale,  oltre a canzoni d’amore e alcune composizioni colte, come quelle dell’arpista cieco Turlogh O’Carolan (1670-1738), il più grande musicista irlandese del passato.

Kateřina Ghannudi, nata a Praga, si è laureata in arpa e in antropologia culturale. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia in qualità di solista sia come cantante-arpista in diversi ensemble di musica antica: Quintana, In Cordis, La Folia Barockorchester, Cappella Mariana, Collegium 1704 e Czech Ensemble Baroque. Oltre alla musica antica si dedica ad una interessante ricerca sulle musiche tradizionali e repertorio per cosiddetta “hacken-harfe” boema. 

Goffredo Degli Esposti è un musicista del Micrologus specializzato nella ricerca e nella esecuzione della musica antica e tradizionale con gli strumenti a fiato. L’incontro con la musica tradizionale irlandese/celtica, casuale e divertente, ha preso sempre più una forma concreta dopo aver seguito uno stage di John McHughes (violinista di Glasgow) e dopo aver studiato alla “Willie Clancy Summer School” di Milltown Malbey, con Fintan Vallely (flauto) e Martin Nolan (uilleann pipes).
G


off

NOE NOE, NATO CANUT OMNIA – Il Natale tra Medioevo Rinascimento – 4 gennaio 2019

venerdì 4 gennaio 2019

ore 21,15 – Chiesa di Sant’Andrea

CONCERTO: musica antica 

NOE NOE, NATO CANUT OMNIA 

Il Natale tra Medioevo Rinascimento

(foto Chiara Dionigi)

Anonima Frottolisti (Umbria)

Luca Piccioni: liuto, chitarrino medievale e voce 

Massimiliano Dragoni: organistrum, dulcimelo, percussioni, campane, zampogna

Simone Marcelli: organo portativo, claviciterium, voce 

Emiliano Finucci: viella e voce 

Alessio Nalli: cornamusa, bombarda, cennamella, flauti

Luigi Germini: tromba a tirarsi, trombone rinascimentale

Andrea Angeloni: tromba a tiro, trombone rinascimentale

Noe Noe racconta un viaggio attraverso la storia del Natale nella musica tra XIII e XVI secolo, dalla monodia del gregoriano alla polifonia del primo Rinascimento. Repertori diversi, dal punto di vista estetico, che segnano il passaggio dei secoli, del gusto , della ricerca compositiva. Il repertorio eseguito da Anonima Frottolisti, è frutto della ricerca minuziosa di manoscritti e prime opere a stampa del ‘500, una ricerca filologica e accurata che evidenzia la caratteristica stessa dell’ensemble. Anonima utilizza copie di strumenti originali e affida la propria interpretazione alle rigorose regole della prassi antica.

off